Seleziona una pagina
Home » Aziende & Business » I 6 Errori Più Grandi Che Gli Avvocati Commettono Con Il Marketing Dello Studio Legale

I 6 Errori Più Grandi Che Gli Avvocati Commettono Con Il Marketing Dello Studio Legale

da | Dic 13, 2020 | Aziende & Business | 0 commenti

Sbarca Sul Web Con Maven

Dotarsi di un sito web non costa 1.000 €! Con soli 400 € potrai affacciarti in rete e gettare le tue fondamenta della presenza online. Credici, restarne fuori ti costa molto ma molto di più… Contattaci per una consulenza gratuita tramite il form qui sotto o tramite la pagina dei contatti via telefono, skype, whatsapp!

Lo studio legale nell’era del digitale

Il numero di avvocati in crescente aumento da anni ha ridotto i margini anche per questo tipo di professione. Al riguardo basti pensare che uno studio legale a Milano deve misurarsi con oltre 20.000 concorrenti nel suo circondario. La descrizione della figura dell’Azzeccagarbugli nei Promessi Sposi del Manzoni sembra ormai un lontanissimo ricordo, non è così? Quasi un “mito” come quello di Achille nell’Iliade. Uno studio legale sembra sempre più un business e sempre meno una professione “aulica”. Per questo la lotta per emergere dalla massa si fa sempre più dura e cruda. Ciò vale tanto per l’avvocato di Milano quanto per quello di Aosta.

Quali soluzioni?

Quando si cercano le soluzioni al problema, raramente si prendono in considerazione moderne tecniche di marketing e ci riferiamo soprattutto al web. Grazie alla rete, infatti, è possibile uscire dall’anonimato e quindi incrementare il fatturato. Gli studi legali sfruttano ancora poco il web marketing: è un dato di fatto; anche voi non lo fate vero? Magari ciò che vi frena è il pensiero che un sito web possa costare 1.000 € quando noi possiamo realizzarlo a partire da soli 400 €!

Quei pochi che prendono la decisione di lanciarsi sul web si spartiscono però una ricca torta, ottenendo performance eccezionali.

Ovviamente non è tutto “rose e fiori”, come si suol dire. Commettere passi falsi anche nel marketing dello studio legale è all’ordine del giorno e spesso può determinare gravi conseguenze.

Per questo nell’odierno articolo prenderemo in considerazione quelli più importanti che è necessario che gli studi di avvocati evitino a tutti i costi.

Primo errore nel marketing dello studio legale: il sito web da solo non è sufficiente

Essersi dotati di uno strumento come il sito web è come aver superato l’esame per l’abilitazione professionale. È un punto di partenza, non il punto di arrivo. Senza l’abilitazione non si può lavorare. Così, senza sito non si è visibili in rete e conseguentemente non si può lavorare online. Sarebbe un vero peccato di presunzione ritenere di poter fare a meno di questo strumento. Lo si poteva fare 15/20 anni fa, ma non certo nel 2020/2021.

Senza un sito la crescita dello studio legale sarà inesorabilmente lenta. A confronto gli stessi risultati in termini di notorietà e fatturato possono essere raggiunti in metà tempo (ma anche meno) dotandosi di un sito e di marketing di supporto.

Il sito: condizione necessaria ma non sufficiente

Tuttavia, bisogna fare attenzione: non si deve commettere il primo errore, cioè quello di creare il sito sperando che i clienti magicamente atterrino da soli sull’homepage dello studio legale. Ripetiamo, è necessario avere un sito ben costruito dal quale possano desumersi tutte le informazioni essenziali, ma non è sufficiente.

Gli studi legali più illuminati e lungimiranti si sono dotati quindi del sito. Spesso, tuttavia, sono stati mal consigliati e non sono stati debitamente informati su come la presenza online debba essere gestita. Come dicevamo sopra avere un sito web in sé e per sé è necessario ma non sufficiente. Un po’ come aprire una boutique in cima al Monte Bianco: bella quanto si vuole ma francamente fine a sé stessa.

Quindi l’errore da non commettere è quello di pensare che il sito sia il punto di arrivo. In realtà – come detto – è il punto di partenza di una strategia di marketing globale. Tuttavia, non ci si deve né flagellare né colpevolizzare. La vera colpa ce l’ha la web agency che ha creato il sito che non fornisce il dovuto supporto/assistenza, spesso per incapacità e incompetenza.

Secondo errore nel marketing dello studio legale: sottovalutare la difficoltà della materia

Diciamocelo francamente: quanto volte avete pensato che in fondo non ci volesse la “scienza infusa” per fare marketing? Dopo tutto  quella legale è una professione immutata da millenni, dai tempi di Cicerone… “che ci vuole, apro un profilo Facebook, pubblico qualche post per dimostrare la mia competenza, ogni tanto una mia foto col gatto perché porta mi piace, ed il gioco è fatto!” Nella nostra esperienza l’abbiamo visto e sentito mille volte… Un po’ come il cliente che viene da voi ed ha già la soluzione in tasca: “la multa si impugna in base all’articolo x, l’ho letto su internet, che ci vuole”. Quante volte vi è capitato? Quanta fatica avete fatto per fargli capire che non era così semplice?

C’è anche si spinge oltre, spesso mal consigliato, e spende cifre assurde in pubblicità non mirata e priva di una strategia unitaria. Bruciando così centinaia se non migliaia di Euro.

Per fare web marketing invece serve:

  • conoscenza dei singoli strumenti;
  • conoscenza del mercato;
  • competenza non solo digitale ma anche delle tecniche di vendita;
  • la capacità di immedesimarsi nel proprio utente tipo.

Terzo errore nel marketing dello studio legale: credere di poter trovare la ricetta segreta

Purtroppo, non c’è nessuna ricetta segreta in grado di aumentare il volume d’affari di uno studio legale. Diffidare sempre di chi garantisce risultati eclatanti. Certo, si possono ottenere dei risultati ma servono le tecniche corrette ed un minimo di budget.

Nel marketing i progressi sono sempre misurabili e quindi è sempre possibile capire se la spesa pubblicitaria sta generando più ricavi che costi.

Quarto errore nel marketing dello studio legale: non monitorare le strategie utilizzate.

Affidarsi ad occhi chiusi a dei marketer potrebbe essere un grave errore. Lo studio legale che investe denaro in pubblicità deve farlo monitorando l’andamento e l’operato dei suoi collaboratori. Per farlo, non serve certo una laurea in marketing. Bastano alcuni concetti di base per poter valutare in modo consapevole l’operato dei professionisti del marketing.

Quinto errore nel marketing dello studio legale: non monitorare i risultati ottenuti.

Come dicevamo sopra, nel marketing i risultati sono misurabili. A voi tenerli periodicamente sotto controllo. Se è vero che non v’è certezza di quale sarà l’esito di una campagna di marketing, è altrettanto vero che è possibile controllarne la direzione.

Sesto errore nel marketing dello studio legale: rifiutare a priori tecniche di acquisizione della clientela

Da profani si è portati a storcere il naso quando si parla di “acquisizione di clienti”, un’espressione per molti addirittura incompatibile con il codice deontologico. Al proferire quelle parole molti studi legali pensano subito a delle tecniche “furbesche e torbide”. Niente di più sbagliato. Molti studi legali, una volta affidatisi a noi, sono rimasti letteralmente sorpresi/stupiti da quanto fosse facile accrescere automaticamente il numero dei propri clienti.

Come riferito al terzo punto, non esistono ricette segrete, bensì tecniche consolidate da tempo che se poste in essere possono portare a dei risultati tangibili. Sostanzialmente, si cercherà di convogliare gli utenti all’interno del famoso imbuto (funnel) del marketing per setacciare tutti i potenziali contatti e trasformarli in clienti selezionati. Il professionista del marketing in collaborazione con lo studio legale lavorerà a questo processo attraverso le varie sezioni dell’imbuto di vendita.

Utilizzando queste tecniche si possono ottenere veramente risultati soddisfacenti. Perché quindi non attuarle e perdere potenziale fatturato?

Solo così uno studio legale moderno, uno studio 2.0, può sopravvivere, differenziandosi dalla concorrenza, e conseguentemente aumentando il fatturato.

Conclusioni

A questo punto pensiamo di aver chiarito sufficientemente quali sono gli aspetti critici da tenere sotto controllo al fine di evitare di incorrere in errori banali.

Adesso la parola passa a voi: quali di questi errori avete commesso? Vi siete attrezzati per competere nell’era digitale? Raccontateci la vostra esperienza.

A presto 👋 dal team di Maven Web

Maven Web può preparare il tuo Studio allo smart working con soluzioni di conferenze virtuali per ricevere i clienti e desktop remoto.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Summary
Studio Legale: I 6 Errori più grandi errori nel marketing degli avvocati
Article Name
Studio Legale: I 6 Errori più grandi errori nel marketing degli avvocati
Description
Scopri quali sono i 6 più comuni errori che gli avvocati commettono nel marketing dello studio legale e come evitare di commetterli in questo approfondito e dettagliato articolo.
Author
Publisher Name
Maven Web
Publisher Logo

Il nostro e-book del valore di 50,00 €
solo per oggi in regalo!
RICEVILO SUBITO GRATIS

Tutti i segreti per guadagnare con i blog!

Lasciaci la tua mail per riceverlo nella tua casella di posta insieme alla nostra newsletter